Le 10 regole per dormire bene (se soffri di bruxismo e non…) – BRUXRelax® Skip to content

Le 10 regole per dormire bene (se soffri di bruxismo e non…)

Non riesci a dormire bene? Segui questi semplici consigli per migliorare il tuo sonno.

Quando ti senti sotto pressione e stressato, svegliarsi riposati potrebbe essere un miraggio.

Leggi l’articolo per scoprire cosa fare DA SUBITO per dormire al meglio.

Dormire bene si può!

Il bruxismo può essere considerato una forma di parasonnia e cioè di disturbo del sonno.

Questo perché I fenomeni di bruxismo possono durare pochi secondi ma ripetersi più volte durante la notte e disturbare quindi il sonno.

Il bruxista è una persona predisposta a dare sfogo alle proprie tensioni nervose ed emotive attraverso il digrignare e il serrare i denti.

La causa principale può essere ansia, stress, paure o rapporti lavorativi, famigliari e personali non allineati con le proprie aspettative che generano insoddisfazioni.

È perciò fondamentale utilizzare delle tecniche per la riduzione dello stress, ma è importante anche seguire delle buone regole che ti aiutino ad entrare nelle fasi di sonno profondo più facilmente.

Ma quali sono? Vediamole insieme.

Sonno, bruxismo: le 10 regole da seguire

Ecco un elenco di buone abitudini da adottare per chiunque voglia migliorare il proprio sonno, specialmente se si soffre di bruxismo.

  1. La temperatura della stanza non deve superare i 20 °C.
  2. Vai a dormire e svegliati sempre agli stessi orari, sì anche nel fine settimana: il sonno sorride agli abitudinari.
  3. Il materasso deve essere confortevole e non deve avere più di 8 anni di utilizzo.
  4. Pratica esercizio fisico ogni giorno: bastano anche 10 minuti di camminata giornaliera per migliorare la qualità del sonno e ridurre il bruxismo. Ma non praticare sport intenso subito prima di andare a dormire.
  5. La cena è fondamentale: clicca qui per sapere quali alimenti favoriscono il sonno e invece clicca qui per sapere invece cosa evitare.
  6. Non assumere la sera alcol, caffè, energy drink, e riduci il fumo.
  7. Riposino pomeridiano? Non dormire più di 30-45 minuti: un sonnellino di 5-10 minuti è già sufficiente.
  8. Spegni gli schermi di PC, TV, smartphone, tablet, videogame etc. la sera. Non sovra-eccitare il tuo cervello e non bloccare la produzione di melatonina. Le luci blu sono dei nemici del sonno, meglio un buon libro prima si addormentarsi.
  9. Prenditi del tempo per massaggiare i muscoli sollecitati dal bruxismo. Leggi l’articolo sugli automassaggi base, automassaggi avanzati e sui automassaggi per collo, testa e spalla.
  10. Spegni la luce, metti il bite se necessario e fai 10 respirazioni diaframmatiche, ispirando per 10 secondi ed espirando per altri 10 secondi.

10 semplici regole per dormire bene, facili da applicare ogni giorno: provale e noterai sin dal primo risveglio dei grandi miglioramenti!

Un ultimo consiglio: l’integratore BRUXRelax©, con una formula studiata per chi soffre di bruxismo e di disturbi del sonno, contiene magnesio e vitamine del gruppo B oltre a un complesso di ben 4 piante che ti aiutano a rilassarti in modo del tutto naturale e ad avere un buon sonno ristoratore.

Hai trovato utile questo articolo?
Se ti è piaciuto condividilo sui social!

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
WhatsApp

Non vuoi perderti i nuovi articoli del team BruxRelax?

Iscriviti alla Newsletter!

    Autorizzo al trattamento dei dati forniti.

    Articoli correlati

    Commenti su questo articolo

    Nessun commento per questo articolo. Lasciane uno qui sotto!


    Aggiungi un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Chi sono

    Massimo Dambrosio

    Farmacista, formulatore,
    esperto di bruxismo.

    Mi occupo di bruxismo sin da quando ho scoperto di soffrire anch’io di questo disturbo.

    Iscriviti alla Newsletter

    Iscriviti alla newsletter e ricevi il 10% di sconto sul tuo primo ordine.

      Autorizzo al trattamento dei dati forniti.

      Cerca nel sito

      Hai delle domande sul BRUXRelax®?

      Leggi le domande più frequenti su questo disturbo, oppure chiedi direttamente al dottore.